Percorso: Home
banner

Sisma, Assessore Cosenza: Protezione civile Campania proseguirà sopralluoghi tecnici fino a completamento richieste

PDF  Stampa  E-mail 

"Sono 140 le verifiche che la protezione civile della Regione Campania ha eseguito nei comuni dell'area casertana del Matese per accertare l'agibilità e il danno degli edifici nell'Emergenza sismica". Lo comunica l'Assessore alla Protezione civile della Regione Campania, Edoardo Cosenza che ha tracciato un primo bilancio, in vista della riunione convocata a Santa Lucia con il Presidente Caldoro con i Comuni che ne avevano fatto richiesta.

"Complessivamente - ha detto l'Assessore Cosenza - sono 16 gli edifici risultati inagibili o a causa di danni subiti direttamente o a causa di un rischio esterno ai fabbricati. Il dato - ha proseguito l'assessore - viene considerato ancora parziale poiché la Protezione civile proseguirà ad effettuare i sopralluoghi necessari fino a quando non saranno esaurite le richieste dei Comuni. Indipendentemente dalla chiusura del Centro operativo misto restando a disposizione dei sindaci".

Questi i risultati delle verifiche effettuate ad oggi che risultano dalla compilazione delle schede AeDES (agibilità e danno nell'emergenza sismica):

Piedimonte Matese 90 verifiche complessive di cui: 51 agibili, 20 temporaneamente inagibili, 11 parzialmente inagibili, 6 inagibili, 2 inagibili per rischio esterno (gli 8 edifici dichiarati inagibili sono tutte abitazioni private)

Alife 28 verifiche di cui: 20 agibili, 3 temporaneamente inagibili, 3 parzialmente inagibili, 2 inagibili (le 2 inagibilità riguardano edifici privati)

Gioia Sannitica 2 verifiche complessive entrambe inagibili (si tratta di edifici privati)

Castello del Matese 18 verfiche complessive di cui: 13 agibili, 2 temporaneamente inagibili, 1, parzialmente inagibili, 1 inagibile, 1 inagibile per rischio esterno (le inagibilità riguardano un edificio di culto e un edificio privato)

Sant'Angelo Alife 2 verifiche complessive 2 agibili

San Gregorio Matese 3 verifiche complessive di cui 1 agibile, 2 inagibili (si tratta di edifici privati)

 

NOTA: I DATI DEL PRESENTE COMUNICATO SI RIFERISCONO ESCLUSIVAMENTE AGLI ESITI DELLE VERIFICHE SPECIALISTICHE EFFETTUATE DALLA PROTEZIONE CIVILE REGIONALE DOPO UNA PRIMA SCREMATURA OPERATA DAI VIGILI DEL FUOCO. SI RAPPRESENTA CHE STANNO PARTENDO I SOPRALLUOGHI DI APPROFONDIMENTO PER ALCUNI EDIFICI OGGETTO DI ORDINANZA DI SGOMBERO DA PARTE DEI SINDACI, SOTTOPOSTI A VINCOLO ARCHITETTONICO, D'INTESA CON IL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO E I VIGILI DEL FUOCO. RIENTRA IN QUESTO ELENCO ANCHE L'ISTITUTO DI AGRARIA DI PIEDIMONTE MATESE.

 

Articoli correlati