Percorso: Home
banner

Grande progetto Regi Lagni, al via gara da 40 milioni per depuratore di Marcianise. Caldoro: giornata storica. Giunta mantiene impegni. Cosenza e Romano: poniamo rimedio ai guasti del passato

PDF  Stampa  E-mail 

"E' stato pubblicato questa mattina sulla Gazzetta Ufficiale europea (GUCE) il bando di gara per la rifunzionalizzazione e l'adeguamento del depuratore di Marcianise, uno degli impianti ex Hydrogest, attualmente sottoposti a gestione commissariale."

Lo rendono noto gli assessori Edoardo Cosenza, delegato del presidente Caldoro al coordinamento dei Grandi progetti e Giovanni Romano, responsabile dell'Ambiente.

"Il quadro economico dell'intervento a valere sui fondi del Grande progetto Regi Lagni è pari a 40 milioni 745mila euro. Il bando complessivo è invece pari a 75 milioni e prevede anche gli oneri per la sicurezza, i costi per la progettazione definitiva ed esecutiva, nonché ulteriori 31 milioni di euro per la gestione dell'impianto.

"L'importante risultato - aggiungono Cosenza e Romano - è stato raggiunto grazie alla sinergia tra Regione Campania, il custode giudiziario dell'impianto di depurazione Paolo Massarotti, nominato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e il Provveditorato alle Opere pubbliche."

"Si tratta - dichiara l'assessore Cosenza - di un evento storico: è il primo lotto di lavori che parte per l'adeguamento dei 5 impianti di depurazione, ossia il depuratore di Cuma e i 4 (tra cui Marcianise) che insistono sui Regi Lagni. Questi grandi impianti di depurazione attendono una doverosa rifunzionalizzazione: grazie agli interventi previsti dal Grande progetto Regi Lagni, che vale complessivamente 230 milioni di euro, con il quale si integrano anche le opere previste dai Grandi progetti 'Bandiera blu Litorale Domitio' (che vale 80 milioni di euro), 'Risanamento corpi idrici aree interne' (che ha un quadro economico di 100 milioni di euro) e 'Risanamento ambientale e valorizzazione laghi flegrei' (che ne vale 65), riusciremo a garantire un netto miglioramento alla risorsa mare con benefici effetti sulla qualità delle acque costiere."

"I lavori a gara - dice l'assessore Romano - sono interventi strutturali che rimediano ai guasti dell'ex gestione Hydrogest ereditata da questa Giunta con pesanti criticità finanziarie ed ambientali. L'importo dell'investimento complessivo testimonia la grande attenzione dell'Amministrazione Caldoro verso la tutela ambientale e rappresenta una significativa opportunità di rilancio economico per l'intera regione."

"E' una giornata storica", sottolinea il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.

"Questa Giunta mantiene gli impegni, lo dimostriamo ogni giorno con atti concreti", conclude il presidente.

 

il Bando