Percorso: Home Protezione Civile Numero Unico Europeo dell'Emergenza 112 Realizzazione sul territorio regionale del servizio "Numero unico di emergenza europeo 112"
banner

Realizzazione sul territorio regionale del servizio "Numero unico di emergenza europeo 112"

PDF  Stampa  E-mail 

Sul BURC n. 38 del 1 Luglio 2019 è stata pubblicata la Delibera della Giunta Regionale n. 266 del 17.06.2019 ad oggetto "Realizzazione sul territorio regionale del servizio "Numero unico di emergenza europeo 112"

Il progetto ha lo scopo di illustrare in maniera sintetica tutte le fasi occorrenti affinché venga realizzata l'attivazione del Servizio NUE 1.1.2 - Numero Unico dell' Emergenza in Campania.

Il servizio "Uno Uno Due" rappresenta il modello unico in Italia di servizio per le emergenze così come già avviene in diversi Paesi europei. Il Servizio funziona secondo il modello della "Centrale Unica di Risposta" (CUR 1.1.2) in cui tutte le telefonate di emergenza confluiscono in un'unica Centrale Operativa. Verranno gestite secondo il predetto modello qualsiasi numero di soccorso il chiamante abbia composto, compreso lo stesso 112 dei carabinieri.

Gli operatori della Centrale Unica di Risposta (CUR 1.1.2) smistano le chiamate, dopo aver localizzato il chiamante e individuata l'esigenza, all'ente competente per la gestione: Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato (113), Vigili del Fuoco (115), Emergenza Sanitaria (118); altri applicativi (es. Polizia locale)

Benchè i numeri 118, 113 e 115 restino in vigore e dunque il cittadino può continuare a comporli, la chiamata confluirà comunque sul Servizio 1.1.2 NUE e risponderà un operatore della Centrale Unica di Risposta (CUR 1.1.2).

I costi desumibili dall'esperienza delle altre regioni per una Centrale Unica di Risposta (CUR 1.1.2) che insista su un bacino di cittadini residenti di circa 3.5 milioni di abitanti sono di circa 1.25 euro/cittadino per il primo anno (comprensivi dei costi per investimenti iniziali e dei costi di selezione e formazione del personale, ovviamente più rilevanti sulla prima annualità) e di circa 1 euro/cittadino (pari a quello del primo anno al netto dei costi di realizzazione e per gli investimenti infrastrutturali e formativi) per gli anni successivi al primo.

I costi stimati sono euro 1,20/abitante per il primo anno e euro 0,98/abitante per gli anni successivi

Si precisa che il 73% del costo riguarda il personale che consterà di +/- 85 persone per tutta la regione per un totale di 100 persone comprendendo anche i quadri.

La dotazione prevista per il NUE 1.1.2 nella legge di Bilancio 2019 (comma 982 art.1 Legge n. 145 del 30 dicembre 2018) è pari a 5,8 milioni di euro per il 2019, 14,7 milioni per il 2020 e 20,6 milioni a decorrere dal 2021. Le risorse si riferiscono a tutte le Regioni e sono destinate a contribuire al pagamento degli oneri connessi alla retribuzione del personale.

L'iter per la realizzazione di tale progetto è il seguente:

  • Presentazione al Ministero dell'interno del progetto da sottoporre alla Commissione consultiva ex art. 75 bis del Codice delle Comunicazioni elettroniche (di cui al D. Lgs 1° agosto 2003, n. 259 come modificato dal D.Lgs. 28 maggio 2012, n. 70) e inizio formale delle interlocuzioni con la stessa Commissione;
  • Stipula di un protocollo d'intesa tra Ministero dell'Interno e Regione per l'avvio delle attività realizzative;
  • Definizione di un Disciplinare tecnico contenente i requisiti minimi operativi per la realizzazione ed il funzionamento della CUR 1.1.2

Organizzativamente invece saranno attivate due CUR 1.1.2 con le seguenti caratteristiche:

  • CUR 1.1.2 Provincia di Napoli distretto telefonico 081 (circa 3,1 milioni di abitanti, dati ISTAT al 1° gennaio 2018)
  • Risorse umane 60 fte (full time equivalent)
  • Superficie necessaria circa 600-700 mq
  • CUR 1.1.2 Provincia di Salerno (preferibilmente) cui afferiranno tutti gli altri distretti telefonici (circa 2,7 milioni di abitanti, dati ISTAT al 1° gennaio 2018)
  • Risorse umane 40 fte (full time equivalent)
  • Superficie necessaria circa 500-600 mq.

Occorre precisare che l'attivazione del Servizio NUE 1.1.2 - Numero Unico di Emergenza Europeo in Campania con le due CUR 1.1.2 suddette implica il coordinamento di:

  • infrastrutture fisiche
  • infrastrutture tecnologiche (hardware e software)
  • organizzazione (personale e struttura organizzativa occorrente)

Per l'attivazione del NUE 1.1.2 in Campania occorre stilare un Cronoprogramma relativo ai fattori da coordinare per ciascuna CUR.

 

La delibera prevede, tra l'altro:

[...]

  1. di approvare il progetto NUE 1.1.2 in Campania che si allega alla presente per costituirne parte integrante;
  2. di incardinare il progetto, come da precedente D.G.R. n. 710 del 2017, presso la Direzione Generale per per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile e di costituire apposito Gruppo Di Lavoro (GDL) al fine del coordinamento del progetto per l'attivazione del NUE 1.1.2 in Campania, così articolato:
    • Vice Capo di Gabinetto Avv. Michele Gerardo con funzioni direttive;
    • Dirigente Uff. XII U.D.C.P o suo delegato con funzioni di coadiuvo;
    • Dirigente Uff. XIV U.D.C.P o suo delegato con funzioni di coadiuvo;
    • Direttore Generale "Lavori Pubblici e la Protezione Civile" o suo delegato con funzioni di componente;
    • Direttore Generale "Risorse Strumentali" o suo delegato con funzioni di componente;
    • Direttore Generale "Università Ricerca e Innovazione" o suo delegato con funzioni di componente;
    • Direttore Generale "Risorse Umane" o suo delegato con funzioni di componente;
    • Direttore Generale "Tutela Salute" o suo delegato con funzioni di componente;
    • Direttore Generale "Risorse Finanziarie" o suo delegato con funzioni di componente;
  3. di incaricare il predetto Gruppo di Lavoro del coordinamento di tutti gli atti che diano esecutività al progetto relativo all'attuazione del NUE 1.1.2 in Campania, al fine della realizzazione e avvio delle Centrali Uniche di Risposta (CUR) di Napoli e di Sarno e di tutte le specifiche tecnico - logistiche previste;
  4. di stabilire che lo stesso Gruppo di Lavoro provveda, altresì, alla definizione dello schema di protocollo di intesa con il Ministero dell'Interno di cui all'art. 75 bis comma 3, del D.Lgs. 1 agosto 2003, n. 259" e ss.mm.ii., da sottoporre all'approvazione della Giunta Regionale;
[...]
Attachments:
FileDescrizioneFile size
Access this URL (http://burc.regione.campania.it/eBurcWeb/directServlet?DOCUMENT_ID=120355&ATTACH_ID=180020)Delibera della Giunta Regionale n. 266 del 17.06.2019Realizzazione sul territorio regionale del servizio "Numero unico di emergenza europeo 112"0.2 Kb
Access this URL (http://burc.regione.campania.it/eBurcWeb/directServlet?DOCUMENT_ID=120355&ATTACH_ID=180021)Allegatoprogetto NUE0.2 Kb