Percorso: Home Rischio sismico Rischio sismico
banner

Rischio sismico

Dalla sezione dedicata al rischio sismico sul sito web del Dipartimento della Protezione Civile:

La sismicità indica la frequenza e la forza con cui si manifestano i terremoti, ed è una caratteristica fisica del territorio. Se conosciamo la frequenza e l'energia associate ai terremoti che caratterizzano un territorio, e attribuiamo un valore di probabilità al verificarsi di un evento sismico di una data magnitudo in un certo intervallo di tempo, possiamo definirne la pericolosità sismica. La pericolosità sismica sarà tanto più elevata quanto più probabile sarà il verificarsi di un terremoto di elevata magnitudo, a parità di intervallo di tempo considerato.

Le conseguenze di un terremoto dipendono anche dalle caratteristiche di resistenza delle costruzioni alle azioni di una scossa sismica. La predisposizione di una costruzione ad essere danneggiata si definisce vulnerabilità. Quanto più un edificio è vulnerabile (per tipologia, progettazione inadeguata, scadente qualità dei materiali e modalità di costruzione, scarsa manutenzione), tanto maggiori saranno le conseguenze.

Infine, la maggiore o minore presenza di beni esposti al rischio, la possibilità cioè di subire un danno economico, ai beni culturali, la perdita di vite umane, è definita esposizione.

Il rischio sismico, determinato dalla combinazione della pericolosità, della vulnerabilità e dell'esposizione, è la misura dei danni attesi in un dato intervallo di tempo, in base al tipo di sismicità, di resistenza delle costruzioni e di antropizzazione (natura, qualità e quantità dei beni esposti).

L'Italia ha una pericolosità sismica medio-alta (per frequenza e intensità dei fenomeni), una vulnerabilità molto elevata (per fragilità del patrimonio edilizio, infrastrutturale, industriale, produttivo e dei servizi) e un'esposizione altissima (per densità abitativa e presenza di un patrimonio storico, artistico e monumentale unico al mondo). La nostra Penisola è dunque ad elevato rischio sismico, in termini di vittime, danni alle costruzioni e costi diretti e indiretti attesi a seguito di un terremoto.

Filtro     Mostra # 
# Titolo articolo
1 Fondo per la prevenzione del rischio sismico. Modifica delle modalità di erogazione dei contributi di cui ai bandi approvati con decreti 1279/16, 1280/16 e 1281/16
2 Fondo per la prevenzione del rischio sismico. AVVISO
3 Approvazione dello schema di convenzione da stipulare con gli enti beneficiari, per il trasferimento e la gestione dei contributi destinati alla realizzazione di interventi di adeguamento/miglioramento sismico
4 Contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico. Approvazione indirizzi e criteri
5 Sisma Matese, finanziati 5 interventi di messa in sicurezza
6 OPCM 4007/2012 recante "attuazione dell'art. 11 del DL 28/04/2009 n. 39, convertito con modificazioni dalla legge del 24/06/2009, n. 77, in materia di contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico". Approvazione indirizzi e criteri
7 Affidamento di incarichi professionali finalizzati all'esecuzione di progettazione di interventi di adeguamento e/o miglioramento sismico di edifici pubblici e opere infrastrutturali ai sensi dell'o.p.c.m n. 3362 dell'8/07/2004 e s.m.i. Approvazione gradu
8 Individuazione di soggetti per l'affidamento di incarichi professionali finalizzati all'esecuzione di verifiche tecniche dei livelli di sicurezza sismica di edifici pubblici e opere infrastrutturali - Approvazione graduatoria
9 Contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico. approvazione indirizzi e criteri