Volontariato

Nella sezione "Casa di Vetro" del sito istituzionale della Regione Campania, è stato pubblicato il Decreto Dirigenziale n. 335 del 22.07.2022 ad oggetto "DGR 263 del 01 06 2022 attività di lotta attiva agli incendi boschivi delle squadre volontari AIB della Regione Campania. Approvazione progetto e bando . CUP B29I22000670006"

 

Consulta le FAQ>>>

 

 

L’intervento attua quanto approvato con la DGR 464 del 27/10/2021, ovvero il progetto per la costituzione delle “Squadre Volontari A.I.B. della Regione Campania”, nonché il disciplinare recante le “Procedure operative per la costituzione e gestione delle Squadre Volontari A.I.B. della Regione Campania”. L’intervento muove dalla stipula di convenzioni utili al sostegno delle attività di pattugliamento e lotta attiva agli incendi boschivi che saranno chiamate ad espletare le costituende Squadre di Volontari AIB, afferenti alle Organizzazioni del volontariato di protezione civile iscritte all’Elenco Territoriale del Volontariato di Protezione Civile ai sensi della DGR n. 75/2015, dotate di moduli per la lotta agli incendi boschivi e adeguatamente formate mediante i Corsi provinciali per operatori AIB erogati dalla Scuola E. Calcara di Protezione civile, in collaborazione con i CSV provinciali.

 

La disciplina di riferimento per le attività di contrasto attivo agli incendi boschivi è contenuta nella legge 21 novembre 2000, n. 353, (Legge-quadro in materia di incendi boschivi) che dispone l'approvazione, da parte delle Regioni, del Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, soggetto a revisione annuale, sulla base delle "Linee guida relative ai piani per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi” approvate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 20.12.2001 (G.U.R.I. 26 febbraio 2002, n. 48).

 

Secondo la L. n. 353/2000, per incendio boschivo si intende un fuoco con suscettività a espandersi su aree boscate, cespugliate o arborate, comprese eventuali strutture e infrastrutture antropizzate poste all'interno delle predette aree, oppure su terreni coltivati o incolti e pascoli limitrofi a dette aree.

 

Per zone di interfaccia urbano-rurale si intendono le zone, aree o fasce, nelle quali l'interconnessione tra le abitazioni o altre strutture antropiche e le aree naturali o la vegetazione combustibile è molto stretta.

 

A seguito dei devastanti incendi che hanno interessato molte regioni italiane nell’estate 2021, il Governo ha approvato D.L. 8 settembre 2021, n. 120 Disposizioni per il contrasto degli incendi boschivi e altre misure urgenti di protezione civile, convertito con modificazioni dalla L. 8 novembre 2021, n. 155 (in G.U. 08/11/2021, n. 266), allo scopo di integrare e rafforzare il dispositivo normativo ed operativo esistente, nel rispetto delle responsabilità e dell'autonomia delle regioni e delle province autonome.

 

La nuova legge affida al Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri il compito di stilare, con cadenza triennale, il Piano Nazionale per il rafforzamento delle risorse umane, tecnologiche, aeree e terrestri necessarie per una più adeguata prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, documento che integra la consueta pianificazione regionale.

 

Già il D.Lgs. n. 1 del 2 gennaio 2018 “Codice della protezione civile”, all’art. 11, comma m, aveva inserito gli incendi boschivi tra gli eventi di protezione civile, confermando alle Regioni e Province Autonome le competenze in materia di lotta attiva, fatte salve le competenze statali in materia, in conformità a quanto previsto dalla legge n. 353 del 21 novembre 2000 e ss.mm.ii. nonché dal decreto legislativo n. 177 del 19 agosto 2016 che ha soppresso il Corpo Forestale dello Stato ed attribuito parte delle competenze del soppresso Corpo ai Vigili del Fuoco (lotta attiva e DOS), da espletare in convenzione con le Regioni.

 

In ambito legislativo regionale, la legge regionale 22 maggio 2017 n. 12 “Sistema di Protezione Civile in Campania”, attribuisce la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi e la redazione del piano, alla Giunta Regionale in sinergia con la Società SMA Campania, società in house della Regione Campania.

 

Per il triennio 2022-2024, la Giunta regionale ha approvato con delibera n. 302 del 21/06/2022 il Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, mentre con decreto dirigenziale n° 270 del 10/06/2022 è stata adottata la: “Dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi - Anno 2022” nel periodo dal 15 giugno al 20 settembre 2022, salvo proroghe.

 

Il modello di intervento previsto dal Piano AIB attribuisce alla Sala Operativa Regionale Unificata (S.O.R.U.), incardinata nello Staff 50 18 92 Protezione Civile - Emergenza e Post Emergenza, le funzioni di S.O.U.P.R. (Sala Operativa Unificata Permanente Regionale) istituita in forza del art. 7 comma 3 della L. 353/2000. Alla SORU afferisce il coordinamento e la gestione, sull’intero territorio regionale, di tutte le situazioni di crisi o di emergenza, con funzionalità di tipo continuativo, nell’arco delle 24 ore, tutti i giorni, festivi compresi, con reperibilità dei dipendenti regionali, avvalendosi, in caso di necessità, anche dei rappresentanti dei VV.F., dei Carabinieri Forestale, degli Enti Locali e delle Organizzazioni di Volontariato di protezione civile.

 

In particolare, per l’antincendio boschivo la S.O.R.U. svolge funzione di coordinamento delle S.O.P.I./SOUP, alle quali compete territorialmente, in via principale ed esclusiva, la gestione degli eventi incendiari.

 

Nella revisione 2022-2024 del Piano, si aggiorna, in particolare, il sistema di lotta attiva alla luce della delibera di Giunta Regionale n. 464 del 27/10/2021, recante “Attività di prevenzione e lotta contro gli incendi boschivi – Potenziamento del ruolo del volontariato organizzato di protezione civile mediante la costituzione delle Squadre volontari AIB della Regione Campania”, con la quale si è inteso incrementare e potenziare il ruolo delle OdV adibite alle attività AIB su tutto il territorio regionale e rendere autonomo il loro intervento.

 

Viene così delineato il nuovo il Modello regionale di intervento, che definisce ruoli e compiti dei soggetti coinvolti nella gestione del rischio incendi boschivi e che compongono il sistema integrato di protezione civile per la lotta agli incendi boschivi, anche in considerazione della progressiva fuoriuscita del personale regionale (DOS e operativi AIB), collocato in quiescenza.

 

In particolare, le attività di contrasto agli incedi boschivi sono assicurate attraverso l'impiego delle squadre operative AIB:

  • degli Enti delegati (Città Metropolitana di Napoli, Province e Comunità montane) ai sensi della L.R. 11/96 e del R.R. n. 3/2017;
  • della società in house SMA Campania p.a., nei termini regolati da apposita convenzione;
  • della Direzione Regionale Campania del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, nei termini regolati da apposita convenzione;
  • delle Squadre AIB volontari della Regione Campania istituite con DGR n. 464 del 27/10/2021, nei termini regolati da apposite convenzioni o con ordinarie attivazioni ai sensi del D.Lgs. n. 1/2018 e DGR 75/2015;

oltre ai DOS della Regione Campania, degli Enti delegati e delle Squadre AIB volontari della Regione Campania, nonché dei Vigili del Fuoco nei termini regolati da apposita convenzione.

 

Files Descrizione
Decreto Dirigenziale n. 335 del 22.07.2022 DGR 263 del 01 06 2022 attività di lotta attiva agli incendi boschivi delle squadre volontari AIB della Regione Campania. Approvazione progetto e bando . CUP B29I22000670006
Allegato 1 Progetto: Attività di supporto agli incendi boschivi da parte delle “Squadre Volontari A.I.B. della Regione Campania”
Allegato 2 Bando: “Convenzioni AIB 2022-2024 - Lotta Attiva agli Incendi Boschivi- Squadre Volontari A.I.B. della Regione Campania”
Allegato 3 istanza di partecipazione Bando

In evidenza

Link utili

Torna su