Microzonazione e CLE

Sul BURC n. 43 del 10 Giugno 2024 è stato pubblicato il Decreto Dirigenziale n. 277 del 06.06.2024 ad oggetto "Fondo per la prevenzione del rischio sismico istituito dall'art.11 dl 39/09 (conv. dalla L.77/09) - OOCDPC 780/2021, 978/2023 E D.G.R. 757/2023. Approvazione della manifestazione di interesse per la concessione ai Comuni di contributi finalizzati all'esecuzione di studi di Microzonazione Sismica e analisi della CLE"

 

L’articolo n.11 “Interventi per la prevenzione del rischio sismico” del D.L. 28 aprile 2009, n.39 convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 giugno 2009, n.77, recante “interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile”, ha istituito un fondo per il finanziamento di interventi per la prevenzione del rischio sismico (c.d. “Fondo per la prevenzione del rischio sismico” - nel seguito: Fondo) su tutto il territorio nazionale, articolato su sette annualità (2010 – 2016), la cui attuazione è stata affidata al Dipartimento della Protezione Civile e regolata attraverso specifiche Ordinanze.
Con le Ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri (nel seguito: OOPCM) n. 3907/2010 e n. 4007/2012, nonché con le Ordinanze del Capo Dipartimento della Protezione Civile (nel seguito: OCDPC) n.52/2013, n. 171/2014, n.293/2015, n. 344/2016 e n. 532/2018 sono stati disciplinati gli indirizzi e criteri generali per l’erogazione dei contributi di cui al predetto fondo, demandando alle Regioni la disciplina di dettaglio e sono state trasferite alla Regione Campania, attraverso distinti decreti di ripartizione, risorse per complessivi €129.096.242,62.
In seguito, l’OCDPC n. 675 del 18 maggio 2020, recante "Disciplina delle risorse non utilizzate o oggetto di revoca di cui alle ordinanze 3907/2010, 4007/2012, 52/2013, 171/2014, 293/2015, 344/2016 e 532/2018", ha regolamentato, tra l'altro, l'utilizzo delle risorse "non utilizzate" del Fondo.

 

Infine:

  • con l’OCDPC n.780 del 20 maggio 2021 (pubblicata in G.U. n.143 del 17/06/2021) sono state disciplinate le risorse per le annualità 2019, 2020 e 2021;
  • con l’OCDPC n.978 del 24 marzo 2023 (pubblicata in G.U. n.86 del 12/04/2023 sono state disciplinate le risorse per le annualità 2022 e 2023. Inoltre, la suddetta Ordinanza ha inciso sulle Ordinanze precedenti introducendo modifiche alle modalità del Monitoraggio delle azioni di prevenzione strutturale e non strutturale, alla Revoca delle risorse di precedenti annualità e alla Disciplina degli interventi di prevenzione strutturale - precedenti annualità (artt.18, 20 e 21).

 

L’attuazione delle Azioni di prevenzione non strutturale consistenti in studi di microzonazione sismica e analisi della CLE (nel seguito anche: art.2, comma1, lett.a), è finora avvenuta attraverso la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania di sei manifestazioni di interesse rivolte ai Comuni inseriti nell’allegato 7 dell’OPCM3907/09 e ss. (Comuni per i quali l’accelerazione massima al suolo «ag» risulta maggiore di 0.125g), approvate con Decreti Dirigenziali n.94/2011, n.1279/2016, n.14/2018, n.175/2019, n.552/2020 e n. 642/2022 in attuazione degli atti di indirizzo di cui alle Deliberazioni di Giunta Regionale: n°118 del 27/05/2013 (BURC n°29 del 03/06/2013), n°814 del 23/12/2015 (BURC n°1 del 04/01/2016), n°482 del 31/08/2016 (BURC n° 63 del 26/09/2016), n°800 del 29/11/2018, n°188 del 04/05/2021 (BURC n° 50 del 17/05/2021).

 

Con la presente procedura (nel seguito: manifestazione di interesse) si intende formare degli elenchi di interventi non strutturali finanziabili (art.2, comma1, lett.a) con le risorse relative al triennio 2019-2021 di cui all’ Ordinanza 780/2021 e al biennio
2022-2023 di cui all’ Ordinanza 978/2023 (nel seguito: Ordinanze), conformemente a quanto stabilito con la D.G.R. n. 757 del 18/12/2023 (BURC n. 4 del 08/01/2024). In particolare, nella D.G.R. n. 757/2023 sono indicate le risorse disponibili pari a
€3.550.050,12 (si veda la voce “Lett.a-Microzonazione” presente nella tabella riportata nel “preso atto”) e le linee di indirizzo a cui la presente manifestazione di interesse è conformata (si veda l’All. A-INDIRIZZI E CRITERI).

 

Files Descrizione
Decreto Dirigenziale n. 277 del 06.06.2024 Fondo per la prevenzione del rischio sismico istituito dall'art.11 dl 39/09 (conv. dalla L.77/09) - OOCDPC 780/2021, 978/2023 E D.G.R. 757/2023. Approvazione della manifestazione di interesse per la concessione ai Comuni di contributi finalizzati all'esecuzione di studi di Microzonazione Sismica e analisi della CLE
Allegato MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Allegato A COMUNI DELLA CAMPANIA CON ACCELERAZIONE AL SUOLO ag≥0,125g
Allegato B 1.1 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE IN FORMA SINGOLA PER MS1+CLE, CLE, MS3, CLE+MS3
Allegato B 1.2 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE IN FORMA ASSOCIATA PER MS1+CLE
Allegato B2 DELEGA ALLA SOTTOSCRIZIONE DIGITALE E ALLA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE DI PARTECIPAZIONE
Allegato B3 MODELLO DI NOMINA DEL SOGGETTO CAPOFILA NEL CASO DI PARTECIPAZIONE IN FORMA ASSOCIATA PER MS1+CLE
Allegato C INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

In evidenza

Latest

Si pubblica l'elenco degli operatori economici che hanno presentato richiesta a seguito della manifestazione di interesse per l'affidamento di lavori nei soli casi previsti dall'art. 163 del D.lgs. 50/2016 s.m.i., secondo le previsioni dettate dal Codice degli appalti, conformemente a quanto stabilito dalla disciplina sostitutiva di cui alla legge n. 120 del 2020, innovata dalla legge n. 108 del 2021, avviata dalla UOD 06 Genio Civile di Napoli.

Con la formazione di tale elenco questo Ente intende creare una base conoscitiva degli operatori economici presenti nel mercato interessati a svolgere lavori in caso somma urgenza. Si precisa che con il presente avviso non viene attuata alcuna procedura concorsuale di gara d'appalto o procedura negoziata, avendo il procedimento che si avvia esclusivamente la finalità ricognitiva del mercato finalizzata al soddisfacimento di particolari esigenze dell'Ente. 

pillole

COSA È LA PROTEZIONE CIVILE? 

d.lgs. 1/2018 - art. 1 

 

Il Servizio nazionale della protezione civile, definito di pubblica utilità, è il sistema che esercita la funzione di protezione civile costituita dall'insieme delle competenze e delle attività volte a tutelare la vita, l’integrità fisica, i beni, gli insediamenti, gli animali e l'ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall’attività dell'uomo. 

 

Link utili

Torna su